Omeopatia

Omeopatia (tratto da www.gattolandia.com )

L’omeopatia rappresenta una valida alternativa ai farmaci tradizionali fornendo risultati ottimi e duraturi .

Come primo rimedio (perché se le cose peggiorano sarà necessario contattare il proprio veterinario di fiducia). Nei mesi freddi i gatti sono spesso colpiti da raffreddori contagiosi , la prima cosa da fare sarà isolare il micio ammalato ed evitare di farlo uscire per impedire che il malanno si trasformi in bronchite o polmonite. I sintomi principali : il gatto starnutisce ed ha occhi e naso gocciolanti, febbre quasi sempre assente e solitamente non perde l’appetito .

Se il malanno deriva da un repentino abbassamento di temperatura , al nostro amico può essere somministrato Aconitum 7 CH , una dose ogni 4 ore .

Se il ns. amico peloso non migliora e la perdita di liquido lacrimale è molto accentuata si può provare Valium Iodatum 4CH , 3 granuli ogni 2 ore, alternato a Belladonna 4CH .

Se invece non ha febbre ed solo dovuto al periodo freddo, Gelsium 5CH 3 volte al giorno.

Se presenta secrezioni dense (assumono un colore giallo-verde), è indicato il Mercurius Solub 4CH 3 volte al dì.

Con la bronchite , invece, il gatto presenta febbre, mal di gola, tosse, respiro ansante e, spesso, da perdita d’appetito . Se il problema è stato causato da un improvviso calo di temperatura, possono essere utili 5 granuli ogni 4 ore di Aconitum 15CH , qualora non si presentano miglioramenti nell’arco delle successive 12 ore significa che il prodotto non è sufficiente .

Se causa della bronchite è una prolungata esposizione all’umidità indicato è il Rhustox 4CH 3 granuli ogni 2 ore oppure, in caso di tosse secca o di persistente sete del micio , Bryonia 4CH . Nel trattamento della polmonite l’omeopatia ottiene i migliori risultati. All’inizio della malattia l’uso di Aconito 30 , ad intervalli di 1 ora per 3 dosi soltanto, è spesso in grado di bloccare la malattia.

Se ciò non bastasse , non producendo risultati nelle prime 12 ore, si può ricorrere a Bryonia 3CH , 10 gocce ogni 2 ore, alternata a Prospous 3Ch . Imporatante è che il gatto sia tenuto al caldo, in ambiente ben arieggiato e lontano da correnti d’aria, lasciandogli sempre a disposizione dell’acqua da bere.

Anche se questi rimedi possono essere efficaci, è sempre indispensabile il consulto e il parere di un veterinario.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *