Riproduzione

La gatta ha il primo calore intorno ai 10 mesi, normalmente se non accoppiata ripete il calore ogni 20 giorni con cucciolate medie di 3-4 cuccioli per parto. Si consiglia di riprodurre la femmina dopo i 10 mesi e non oltre gli 8-9 anni di età. Il maschio può riprodursi a partire da 1 anno di età. Di solito la gatta non ha bisogno d’aiuto durante il parto anche se a volte è lei stessa a cercare il conforto della presenza del padrone. Anche se la gatta è autosufficiente,soprattutto al primo parto, occorre sorvegliarla durante il travaglio e la fase di nascita in modo da poter intervenire in caso di necessità . I cuccioli aprono gli occhi dai 5 ai 12 giorni e per circa 3/4 settimane si nutrono esclusivamente del latte materno. Durante lo svezzamento devono essere alimentati con cibi appositamente studiati per affrontare questa fase così delicata. Gli alimenti devono essere nutrienti e facilmente digeribili atti a consentire uno svezzamento graduale ed armonico.

Alla nascita il pelo sembra corto ma verso la 5/6 settimana il pelo comincia ad allungarsi e compaiono evidenti ciuffi di pelo tra le dita dei piedi e sulle orecchie.

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *